Coordinamento Genitori-Insegnanti-Studenti di Cologno Monzese


Il 2008 ha visto tornare al governo Silvio Berlusconi e il centro-destra; tra le diverse controverse riforme una delle prime è stata quella dell’istruzione ad opera del ministro Mariastella Gelmini.

Il progetto proposto dall’allora ministro era sostanzialmente fatto di tagli sulla spesa per la scuola, riducendo il corpo docente (in particolare con la reintroduzione del maestro unico nelle scuole primarie) e diminuendo gli indirizzi per le scuole secondarie superiori. Altri punti contestati erano la sostanziale introduzione del pensiero aziendalista e produttivista attraverso meccanismi come la valutazione Invalsi al termine delle scuole secondarie e premi di produttività per i docenti.

Un gruppo di genitori, insegnanti e studenti  di Cologno, si è formato per organizzare sul territorio cittadino manifestazioni di protesta contro la riforma e iniziative per spiegare le ragioni del proprio malcontento; i collettivi della Casa, sensibili all’argomento scuola e alle ragioni della protesta, hanno ospitato e supportato le riunioni e le attività organizzative del neonato gruppo.

Il momento culminante è stata un’iniziativa in piazza in cui si sono svolte delle lezioni, aperte a tutti, su vari argomenti tenute da diversi docenti universitari

 

Questo slideshow richiede JavaScript.